Il tuo browser non supporta il tag embed per questo motivo non senti alcuna musica
Attuale stemma di Banzi: un castello (Il Camino) e Madonna con Bambino sormontati dalla corona   Chiesa di Sant'Isidoro agricoltore in contrata Panetteria 
  Antico stemma di Banzi: uno scudo ed una spada sormontati dalla corona
Banzi, paese della "Fons Bandusiae" di Quinto Orazio Flacco e "Citt culla del Diritto"
Proverbi banzesi
Home page

Bibliografia

Storia

Fotografie

Piatti tipici

Tradizioni

Vocabolario banzese

L'Autore

Links

Guestbook

Contatti


Racconti di pap


Proverbio Traduzione
   
Ammarr i coudar quann chiov. Fai abbondanti provviste quando puoi.

Quann chiov port l'acqua e papere.

Quando piove inutile dar da bere alle papere.

L'acqua du ulan, par ka non chiov, ma trpn
I
l pastore non usa coprirsi la testa quando piove, per si bagna tutto.

Chi vaj alla chiazz, perd u jazz.

Chi si sposta da un luogo perde il posto.

Lass d spukl e vaj a ciamaruk.

Smetti di fare un lavoro per farne un altro.

Ha dditt tattarann liv u zick e mitt u grann.

Ha detto il nonno di far alzare il giovane per l'anziano.
   
Meglio l'acqua du ccn ka l'acqua du uaddn. Meglio bere vino annacquato che acqua di sorgente.
   
A 'lla v'cchiezz i ccauz ross. In vecchiara indossa calze rosse.
   
Chi non sent la mamm e l'attn facj la mort d li can. Chi non da retta ai genitori fa una brutta fine.
   
Cint pick facj un assaj. Cento parti piccoline formano una grande.
   
Quatt d foglj e cinq d m'nestr e s f'rnut i sold. Un po' alla volta finiscono i soldi.
   
La ghaddin facj l'uv e o ghadd sciusc'k u cul. La gallina fa l'uovo e al gallo brucia il sedere.
   
Chi rir senza p'ck o j scem o ncj l'av k mm. Chi ride senza motivo o scemo o ce l'ha contro di me.
   
U monacu d Qurat vaj p' fr'k e rest fr'kt. Il monaco di Corato tenta di fregare gli altri, ma resta fregato.
   
Chi s'vnt da se stess j u cki fess d' tutt qunt. Chi si vanta da solo il meno furbo di tutti.
Addoh (a)rrv chiant u zjpp'l- Al punto in cui arrivo lascio il segnale.
Quann la ghatt noncej u sor'cj abball. Quando non c' il gatto il topo balla.
Chi j murt, j murt caul turt. Chi morto, morto un cavolo storto.
Scioscj, pr'scioscj j parent 'e gamme. Parente alla lontana.
Attn e figlj, parint allask. Genitori e figli sono parenti alla lontana.
Dimm' a ki si' figlj e t' dik a ki ss'mmiglj. Dimmi a chi sei figlio e ti dico a chi somigli.
A ki' s figlj? A tre cuniglj: la mamm', l'attn e 'u figlj. Di chi sei figlio? Son figlio di tre conigli: la madre, il padre ed il figlio.
La pescia vija s'ava tru la meglj. Scegliere la soluzione meno peggiore.
Chjikt vjgn'tidd quann sij t'n'ridd, ca quann sij grann t' spizz. Il ramoscello di un albero si piega quando ancora tenero; quando diventa duro si spezza.
Morale: educare i figli da bambini, perch quando saranno cresciuti sar pi difficile.
Chi je fess vaj alla guerr, chi je nsjst s' mangj la m'scjisc'k. Chi fesso fa la guerra, chi furbo sta a casa.
U canu du prjncipe, mentre avija acchiapp u lepr l' scappt a cac. Al cane del principe venuto di andare in bagno nel momento in cui doveva prendere la lepre.
Quann la ghatt non cej u sorici abball. Quando il gatto non c' il topo balla.
Sciaqq't Larinz ca la cas j cadut. Arrangiati Lorenzo perch la casa caduta.

Festivit

Piatti tipici

Soprannomi

Filastrocche

Proverbi

Calendari
Copyright 2002-2014 Antonio Sapio  Riproduzione, anche parziale, vietata senza il consenso scritto del webmaster. Ai sensi della Legge 7/03/2001 n. 62 si dichiara che questo sito non rientra nella categoria d' "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.